Buffon: «Juve sveglia, lo scudetto non ce lo regala nessuno»

BUFFON_JUVENTUS

«Va bene solo vedere la classifica e vedere il distacco dalla Roma invariato, che era quello che volevamo il sabato. Ma abbiamo buttato via un’occasione, una squadra attenta e che vuol vincere non può lasciare al Cesena tutte queste occasioni, con tutto il rispetto per il Cesena. L’approccio sbagliato è di tutti, soprattutto del capitano che deve trasmettere delle energie positive che devono mantenere svegli e vigili. Non ci sono riuscito ed è in gran parte colpa mia. Un punto va più che bene per come abbiamo giocato, ci ha fuorviato parecchio il fatto che siamo riusciti a ribaltare la situazione senza fare i conti con dei ragazzi che si sono dannati l’anima e che hanno meritato il pareggio». Così Gianluigi Buffon ai microfoni di Sky Sport al termine della partita.

IL CAMPIONATO NON CE LO REGALA NESSUNO
– «Dobbiamo capire tutti che il campionato non ce lo regalano, e quando lo fanno dobbiamo essere bravi e furbi ad approfittarne. La Juventus per avere legittimità totale su un campionato deve vincerlo con 15 punti di distacco, credo che l’atteggiamento iniziale sia frutto della non vittoria della Roma, ma questo può farlo una squadra che non è abituata a stare in vetta e non possiamo farlo noi. Se dicessi che siamo sempre a +7 e che non è cambiato nulla manderei un messaggio sbagliato alla squadra»

LOTITO? NO A TOTALITARISMI NELLO SPORT – «Lotito? Che uno abbia l’aspirazione a cambiare il calcio mi sembra un bellissimo pensiero, ma deve essere un pensiero condiviso da tutti, i totalitarismi hanno fatto il loro tempo e penso che in un ambiente come quello sportivo sarebbe l’inizio della fine se prendesse piede una cosa del genere».

TUTTOSPORT