Brigitta Boccoli, la “playgirl” degli italiani…

image

Brigitta Boccoli ha ben ragione di esibire il suo corpo.
Quarant’anni e non sentirli, soprattutto mentre si svelano agli occhi di tutti i “voyeur” le forme perfette di una donna di spettacolo che non ha mai fatto mistero sulle sue belle nudità.
La copertina di “Playboy” di marzo/aprile dedicata alla eterna fidanzatina d’Italia, la dice lunga sul suo modo di esporsi all’obiettivo e ai tanti italiani che, invece di volerla come fidanzata, preferirebbero averla tra le lenzuola.
Non me ne voglia Brigitta se affermo questo, ma è lei farsi giudicare e a mettersi nelle condizioni di essere vista da tutti.
Le foto anche se di una eleganza mai volgare, portano l’uomo italiano ad associarla alle fantasie sessuali quando si trovano a tu per tu con una metà che non assomiglia neanche pallidamente all’oggetto dei suoi desideri.
Non sono una puritana, ma non capisco a cosa serva questa fisicità in bella mostra, quando si ha un marito circense e famoso come Stefano Nones Orfei (figlio di Moira) e una notorietà come la sua (ancora la ricordano per l’edizione famosa di “Domenica In” in coppia con la sorella Benedicta).
Non è meglio lasciare alle sconosciute i rotocalchi patinati, evitando di essere desiderate dai camionisti, fruitori accaniti di calendari in bella vista?
Brigitta oltre alle tue belle rotondità c’è di più, anche perché essere “direttore artistico” di un circo non è cosa facile, l’impegno che hai preso non è cosa da poco.
Ma Stefano evidentemente preferisce una moglie che si metta a nudo.
Lui è abituato a donne che hanno sempre fatto di testa loro (come la mamma Moira che testa…).
La forza testosteronica delle compagne della sua vita è un dato di fatto.
Stefano le accompagna e prende per buona anche questa visita della moglie in una rivista “porcella”, se pur elegante.
A far onore alla Boccoli il fatto di essersi rifatta senza aver paura di dirlo.
I suoi bei seni sono stati modificati, anche se a Brigitta non piacciono molto.
“E vero che non ama i seni grandi, ma il suo non arriva neanche ad una terza e fino a poco tempo fa affermava di voler aumentare il volume con un secondo intervento.”
Aspettando di vederla a Fregene paparazzata con un topless da urlo che mostri le eventuali trasformazioni, godiamoci le sei foto di Maki Macchiavello su “Playboy”, un po’ meno l’intervista di Marco Infelise, che forse annebbiato dalla sensualità della bionda ragazza, ha tralasciato di farle domande intriganti.
Ci voleva un degno accompagnamento a cotanta verità fotografica, per un eros d’autore!

Paola Aspri