Borse, la Cina spaventa l’Europa. Milano giù ma Ferrari tiene

BORSA 5

Chiudono in forte calo le piazze finanziarie europee nella prima seduta del 2016. E’ la Cina che torna nuovamente a fare paura ai mercati del Vecchio Continente. La Borsa di Shanghai è stata oggetto di un selloff che ha portato alla chiusura anticipata. L’indice Composite ha ceduto il 6,9%, mentre lo Shenzhen Component ha lasciato sul terreno l’8,2%. In questo contesto è Francoforte a segnare il maggiore ribasso con il Dax che cede il 4,28%. Parigi perde il 2,47%, Madrid -2,42%, Londra -2,39%. Viaggia in calo intanto Wall Street con il Dow Jones che perde il 2,43% e il Nasdaq che segna -2,68%.

Mentre gli indici di Piazza Affari terminano in netto calo (-3,2% Ftse Mib e -3,01% All Share), riesce a contenere le perdite Ferrari nel giorno del debutto. Il titolo della casa di Maranello termina con un rialzo dello 0,53% in linea con il prezzo del collocamento. Pesante il lusso con Yoox Nap che perde il 7,06%, Ferragamo -5,01%. Vede rosso tutto il comparto bancario. Nel resto del listino bene Fincantieri che termina in rialzo del 2,42% in scia alla firma di un memorandum of agreement con Carnival Corporationper la costruzione di quattro nuove navi da crociera, del valore complessivo di circa 2,5 miliardi di euro.

ADNKRONOS