Borriello stende il Liverpool

Roma Nazionale Indonesiana U"£ a Rieti

Debutto di slancio anche in terra americana per il gruppo di Rudi Garcia, che nella nottata di mercoledì ha superato di misura il Liverpool grazie ad un rocambolesco autogol arrivato a tempo ormai scaduto. Sale il livello dell’avversario, ma non cambia il risultato per una Roma che muove i primi passi nella costruzione della nuova stagione. Il tecnico francese decide di non sfigurare di fronte agli spalti gremiti del Fenway Park di Boston, affidando la scena iniziale a capitan Totti, supportato nella prima frazione di gioco da Florenzi, Ljajic, Nainggolan, Castan e un imponente Benatia, il migliore dei suoi per concentrazione, dedizione e attenzione difensiva.

Tra gli ultimi arrivati spazio concesso nuovamente a Cole sulla sinistra e debutto in maglia giallorossa per Iturbe e Keita: buona la prova del centrocampista maliano posizionato davanti alla difesa. Dall’altra parte Brendan Rodgers lascia in tribuna le sue stelle (Garcia non ha rischiato Pjanic e De Rossi), affidandosi al talento di Coutinho e poco altro.

Ne esce una gara priva di occasioni e lenta nei ritmi, accesa soltanto da alcuni strappi sottolineati dal divertito pubblico americano. Con il passare dei minuti si apre la girandola dei cambi ed entrambe le formazioni ne approfittano per lasciare spazio ai più giovani. Di ottime speranze quelli giallorossi come Ucan e Sanabria, ancora una volta registrati tra i più positivi per talento e personalità. Dopo uno spunto in velocità di Sanabria, la partita si indirizza nel finale grazie ad una deviazione sfortunata di Agger, che pressato da Borriello spedisce nella sua porta un’innocua parabola da calcio d’angolo. Al triplice fischio quindi spazio dei microfoni riservato all’attaccante napoletano: «Ci siamo anche noi per lo scudetto, le altre dovranno soffrire tutte» e ad una veloce analisi di Garcia: «Mi è piaciuto molto l’atteggiamento difensivo della squadra. Siamo in ritardo di preparazione rispetto al Liverpool che comincerà prima il campionato, ma è da sottolineare l’ottimo comportamento dei giovani. Dobbiamo utilizzare la testa».

IL TEMPO