Berlusconi: “Presto al voto, in Italia non c’è democrazia. Grillo? E’ un pericolo”

SILVIO BERLUSCONI 1

“Dobbiamo andare presto alle elezioni, oggi non siamo in una democrazia perché quando c’è un governo non eletto dal popolo non siamo in una democrazia”. Lo ha affermato Silvio Berlusconi a Quinta Colonna.L’accenno al passato: “Il 2011 fu l’anno della tempesta perfetta, prima il Bunga Bunga, una cosa ridicola, poi il contrasto in Europa con la Merkel e Sarkozy e poi l’imbroglio dello spread. Prima per attaccare uno Stato si usavano baionette, ora la leva finanziaria”

GRILLO – “Credo che le cose che lui dica siano da prendere sul serio, Grillo è un pericolo perché non prende voti su dei progetti ma da quei cittadini che per cio’ che successo con questi ultimi tre governi non eletti e di sinistra si sono impoveriti e sono disperati e nella disperazione cercano di reagire all’esistente e vanno nella direzione di un voto ai cinque stelle, un voto di protesta che pero’ non serve a nulla”. “Lei non puo’ ricordare le campagna elettorali del 1932-33 che aveva un linguaggio violento, non come quello di Grillo, che diceva che nel suo paese c’erano nemici da eliminare, si chiamava Hitler. Purtroppo c’e’ una somiglianza tra Grillo e i peggiori personaggi che e’ molto preoccupante, lui non propone nulla, vuole distruggere tutto”.

 “Gli eurodeputati M5s non conteranno nulla, daranno solo una brutta immagine dell’Italia. L’unico modo per difendere i nostri interessi è votare Forza Italia. Il voto al Pd fa parte del Pse che è il partito di minoranza in Europa perche’ la maggioranza e’ del Ppe. I nostri deputati sono esperti e capaci, fanno squadra con i Paesi del Mediterraneo diventando maggioranza”.

L’IDEA – ‘Dentiere per tutti’? Si può fare. Avevo fatto un’indagine e su 10 persone anziane mancavano di denti 6 su 10 e tra queste uno mancava di tutti. Tante di queste persone le ho mandate dal mio dentista ma nel preparare il programma per le prossime elezioni politiche che -ribadisce – vinceremo, ho contattato l’Ordine dei dentisti, abbiamo parlato di tariffe e abbiamo stabilito nel nostro programma che lo Stato si accolli il costo degli impianti dentali, non dentiere ne’ cure, per anziani che non possono permetterselo. Lo fa già la Svezia, perche’ un impianto dura per sempre”.

IL RIENTRO – L’ex premier a proposito dell’obbligo di dover stare a casa entro le 23: “Avevo chiesto ditornare a casa a Mezzanotte ma mi hanno guardato e mi hanno detto: ‘non sei Cenerentola’”.

QUOTIDIANO.NET