Berlusconi, miei figli non candidati ad europee

SILVIO BERLUSCONI 2

Niente passaggio del testimone padre-figlio. E’ lo stesso Silvio Berlusconi, dopo giorni di rumors, che qualcuno dei suoi figli stia per scendere in campo per le europee: “Sono tutte invenzioni. I miei figli non saranno candidati” dice l’ex premier dopo aver incitato i suoi sostenitori a una iniziativa dei club Forza Silvio proprio per la corsa all’Europarlamento.

“Gli ultimi sondaggi – ha detto Berlusconi – dicono che alle europee andrà a votare il 46-47% dei cittadini: un terzo dei voti va a noi e ai nostri alleati, un altro al Pd e ai comunisti e un altro a Grillo. Il 50% di chi non ha ancora deciso come lo convinciamo? Servono i social network ma anche il contatto diretto che può avvenire tramite i club”.

I delusi non si convincono, dice infatti Berlusconi, “con la tv, perché chi è deluso non guarda le trasmissioni di approfondimento che infatti sono calate, Servizio Pubblico è sotto il 7%, e nemmeno con i Tg quando parlano di politica. Non li possiamo raggiungere con i giornali, perché il 90% è dall’altra parte e poi quelli del Pd non si convincono perché sono dei militanti. Dobbiamo convincere gli elettori dei Cinque Stelle che sono delusi e disgustati dalle persone che sono in Parlamento”

Andare in Ue decisi e se serve pronti al veto – ”Quando Squinzi minaccia di portare la sua azienda all’estero – ha aggiunto – vi accorgete di quanto bisogno vi sia di cambiamento che deve avvenire non andando in Ue a ricevere sorrisi e pacchi sulle spalle ma andando decisi e consapevoli dei propri diritti e se qualcosa non va, mettere il veto”.

 

ANSA