Benitez: Secondo posto? Credo nel mio Napoli

BENITEZ_CONF

«Abbiamo perso qualche punto per strada ma questo non si può cambiare perciò dobbiamo concentrarci sul futuro». La ricorsa al secondo posto, il mercato e la Coppa Italia. Benitez è carico e parla di tutto in conferenza stampa. Ad iniziare dall’Inter, che sfiderà domani nei quarti di Coppa Italia. «La squadra conosce l’importanza della partita e dell’avversario, sappiamo che non sarà una sfida facile – spiega il tecnico del Napoli, che non risparmia una stoccata al suo ex club – Mancini è un allenatore di prestigio e nessuno può discutere il suo livello, vorranno vincere qualcosa e la Coppa è un’occasione. Dell’Inter ricordo due trofei e tanti amici. Certo c’è qualcuno che non ha un buon ricordo ma questo è normale quando un professionista vuole vincere e non gli fanno fare quello che vuole». ».

MERCATO OK – Il tecnico del Napoli conferma la sintonia con Bigon e commenta: «Abbiamo fatto il nostro mercato che è andato bene fino ad oggi, preferisco giudicarlo dopo più partite e non solo dopo un mese. La competizione tra i giocatori che ricoprono lo stesso ruolo è importante, così si può valorizzare tutta la rosa. Sono contento che Ghoulam sia fisicamente pronto e già disponibile, la competizione tra lui e Strinic è positiva. In attacco sia Higuain sia Duvan hanno fatto bene, lavorano con intensità e meritano di giocare ma sceglieremo solo domani. Andujar? E’ un portiere sempre a disposizione per qualsiasi partita, non è il portiere solo della Coppa Italia».

IL CAMPIONATO – Il Napoli è in crescita e la Roma sta frenando. I quattro punti di distacco dal secondo posto rendono la rimonta Champions possibile. «Potevamo avere più punti ma non possiamo tornare indietro. Per questo dobbiamo pensare solo avanti, cercando di dare sempre il 100%. Il futuro per me è positivo, ma dipende sempre dalle vittorie. E’ normale che i tifosi si possano godere questi momenti. Una vittoria o una sconfitta però non fa di una squadra la migliore o la peggiore. I tifosi lo hanno capito e noi cerchiamo di lavorare per continuare a migliorare».

CORRIERE DELLO SPORT