Bayern da 0-1 a 3-1. Semifinale raggiunta. Pep:” datemi Mou”

bayern - man utd

Il Bayern Monaco di Pep Guardiola vince contro lo United di Moyes e vola in semifinale di Champions. Partita dominata senza il colpo vincente dai tedeschi nel primo tempo. 68% di possesso palle e 12tiri in porta contro 1 dei red devils. Ripresa aperta dall’effetto dello splendido gol di Evrà che ha ridestato un Bayern fin lì contratto e inconcludente. Fino a quel momento, appunto. Poi un uragano Roten si è abbattuto sui red devils con un parziale di 3-0 di portata devastante. Il sogno di emulare il triplette della magica stagione 2012-2013 continua: non poteva certo arenarsi sullo scoglio di uno United in piena fase di ricostruzione, con un cuore immenso ma con pochissime certezze.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Il Bayern ultra spregiudicato di Guardiola è imbrigliato dalla compattezza dello United: squadra corta, aggressiva e capace di creare densità in ogni zona del campo. I bavaresi, al netto di qualche lampo di Robben e di un destro a giro lontano dal sette di Kroos, non riusciranno mai a impensierire un inoperoso De Gea. È lo United, invece, a creare le premesse per far male ai più quotati padroni di casa, ma la scarsa vena di Rooney e qualche tempo di giocata di troppo (vedi i millimetrici offside di Evra e Valencia) mortificheranno i tambureggianti ospiti.

La ripresa si apre sugli stessi binari, finché il sinistro la saetta di controbalzo di Evra stappa il match e gela l’Allianz: la reazione del Bayern è veemente e porta, a pochi secondi dalla palla al centro, all’immediato pareggio con l’inzuccata di Mandzukic sul cross dalla sinistra di Ribery. Ecco la vera porta scorrevole del match: Welbeck serve un pallone d’oro per Rooney che incredibilmente sbuccia il destro da ottima posizione. Il treno passa e la furia bavarese non incontrerà più resistenze: zampata di Mueller sul cross radente e teso di Robben, e sinistro vincente dello stessp Robben dopo irresistibile assolo.