Barbara Berlusconi, obiettivo Milan è tornare in Champions. L’Atletico Madrid un modello da seguire.

Calcio: Barbara Berlusconi, riportare in alto il Milan

 

‘Senza infinite risorse si può vincere, gli spagnoli hanno dimostrato’

Tornare a giocare in Champions League: è l’obiettivo del Milan per la prossima stagione indicato da Barbara Berlusconi. “Ci tengo a essere molto diretta nei confronti dei nostri tifosi perché credo che non vadano presi in giro. Questa – ha detto a Sky l’amministratore delegato rossonero a Lisbona per la finale di Champions League – è stata sicuramente una stagione deludente e per questo abbiamo il dovere di metterci subito al lavoro per cercare di riportare il Milan ai livelli che merita. Credo che l’obiettivo, soprattutto sportivo, della prossima stagione sia quello di rivedere il Milan nell’annata 2015/16 in Champions League”.  L’Atletico Madrid “è un esempio di come attraverso un progetto, una buona programmazione, una buona rete di osservatori, anche senza infinite risorse si possano ottenere risultati importanti”. Barbara Berlusconi guarda con una certa ammirazione alla squadra che ha vinto la Liga. “Quest’anno l’Atletico ha vinto il suo primo titolo nel campionato spagnolo confrontandosi con squadre come Barcellona e Real Madrid, che hanno risorse molto più consistenti perché sono fra le più forti del mondo non solo in campo ma anche sotto il profilo economico – ha notato l’ad rossonera -. Se poi lo paragoniamo alla situazione italiana, a squadre come la Juventus o lo stesso Milan, il monte ingaggi dei loro giocatori è molto minore e anche il fatturato, che è circa la metà. Quindi penso che l’Atletico abbia dimostrato che attraverso una eccellente programmazione si possono ottenere risultati davvero importanti”. Barbara Berlusconi ha speso elogi anche per il ds italiano dell’Atletico Madrid Andrea Berta. “Ho avuto occasione di incontrare lui e altri direttori sportivi durante momenti ufficiali, e devo dire che adesso c’è una generazione di quarantenni davvero preparati e questa è una buona notizia anche per il calcio italiano”, ha spiegato la figlia del presidente rossonero Silvio Berlusconi, affatto stupita di vedere Carlo Ancelotti così in alto. “Non mi sorprende molto, Ancelotti ha già avuto occasione di disputare numerose finali ma quello che mi sorprende in modo positivo – ha concluso – sono Simeone e il suo Atletico”.