BANDITO A VITA DALLA NBA E SUPERMULTA DI 2,5 MILIONI

Donald-Sterling

David Sterling, patron dei Los Angeles Clippers è stato bandito a vita dalla Nba, l’associazione del basket professionista e gli è stata inflitta una multa da 2,5 milioni di dollari per i commenti razzisti intercettati da un sito. Sterling, 80 anni e di religione ebraica, era irritato con la giovane fidanzata per una fotgrafia con Magic Johnson: «Non capisco perché vuoi essere associata con dei neri. E non devi portarli alle mie partite».

IL GIORNALE