Balo, twitter e campo: «Ora voglio giocare»

Balotelli

Cinguettio scatenato. Il giorno dopo la sfida globale da infortunato al tavolo da ping pong – e conseguenti perplessità-fastidi-imbarazzi –, Mario Balotelli ha preso d’assalto il suo profilo Twitter per chiarire un paio di concetti che gli stanno a cuore e anche per postare una nuova foto, guarda caso molto più saggia rispetto alla precedente.

«Cose nostre» I tweet – in tutto cinque – sono iniziati intorno alle 11 di ieri mattina, quando Mario, dopo essersi accorto che diversi mass media avevano sottolineato il fastidio del Milan per quella foto a petto nudo davanti al ping pong, ha scritto: «Il Milan non gradisce cosa? Il Ping pong? Ahahh ahahahahah! Ah non ho giocato era solo una foto ma anche se avessi giocato sono mancino!». E qui vanno rimarcate altre due cose. La prima è che il Milan – confermiamo ancora – non aveva assolutamente preso bene la faccenda, definita da via Aldo Rossi una goliardata fuori luogo (poi, ufficialmente, Seedorf ha dichiarato di non saperne nulla e Galliani ha detto che «le cose interne con i nostri giocatori le regoliamo, come tutte le buone famiglie, fra le mura domestiche»). La seconda cosa è che, al di là del fatto che Mario non abbia davvero giocato, sarebbe comunque poco indicato – con una spalla convalescente – praticare un’attività fisica dove è coinvolta la parte superiore del corpo. Anche se la spalla sotto cura è quella opposta alla mano che impugna la racchetta.

Sfogo Poi è arrivato un altro cinguettio: «Sul mio stato di Twitter c’è scritto non credete a niente a meno che non provenga da qui! Ci sarà un motivo se l’ho scritto no?». Be’, in questo caso nessun dubbio, dal momento che la foto «incriminata» l’aveva postata lui sul suo account. Di lì a poco, un altro tweet ancora, a metà fra lo scherzoso e l’irriverente: «Continuate pure a credermi uno scemo 😉 Quelli come “voi” (che giudicano senza conoscere) li mangio in partenza». Dopo di che, si è passati a Milanello e al campo. O meglio, all’infermeria, dove Mario si è fatto un primo piano della spalla durante le terapie: «L’impossibile! Sto cercando al massimo delle mie forze di recuperare per sabato! Non ce la faccio più a non giocare». Ecco il Balotelli che tutti vogliono. Quello che scalpita per riprendersi il suo Milan. Infine, ultimo tweet: «Can I live?». Posso vivere? Fine dello sfogo.

Ricordi E probabilmente è arrivata anche la fine della convalescenza. Ieri il Balo, mentre la squadra era in palestra, è uscito sul campo assieme a Zapata, con cui ha svolto esercizi tecnico-atletici seguito in prima persona da Seedorf. Oggi quindi partirà per Udine, e magari farà anche uno spezzone. Intanto Mourinho, intervistato da Yahoo! , ha parlato a lungo di lui: «Con Mario è stato divertente, ho bei ricordi. Abbiamo avuto i nostri alti e bassi, ma a fine giornata eravamo soddisfatti. Anche a lui è piaciuto il lavoro assieme a me, e poi ha vinto. Non penso ci saranno occasioni per tornare insieme in futuro, sicuramente non diventerò il suo tecnico al Milan o il c.t. dell’Italia. E’ un bravo ragazzo, credo che il momento migliore della sua carriera sarà fra i 27 e i 31 anni. E’ sulla strada giusta».