Avvio soft, Pioli può sorridere

PIOLI_ALLENAMENTO

L’esordio allo stadio Olimpico contro il Bologna dell’ex allenatore Delio Rossi, ecco il principio del campionato 2015/2016 della Lazio. La prima giornata biancoceleste probabilmente si giocherà sabato 22 agosto: la società capitolina infatti dovrebbe chiedere l’anticipo visto che appena qualche giorno dopo (25 o 26 agosto) affronterà il ritorno del preliminare di Champions. In discesa le prime dieci partite, il primo big match alla 4° giornata quando la Lazio andrà a Napoli (ritorno il 3 febbraio). Alla 7° – per la prima volta in serie A – i biancocelesti affronteranno il Frosinone, ma il vero derby andrà in scena alla 12°: l’8 novembre l’andata con la Roma in casa, il 3 aprile il ritorno. Dall’11° giornata comunque inizia un vero tour de force: Milan, derby, Juventus, Sampdoria (doppia casalinga per la 15° e la 16° di campionato e dunque doppia trasferta al ritorno) e infine Inter. Per poi chiudere con la Fiorentina il girone d’andata (il 10 gennaio 2016) ma soprattutto il campionato, il 15 maggio all’Olimpico. Non pensa troppo al calendario, il presidente della Lazio Lotito. Non commenta il cammino biancoceleste perché conteranno solo i risultati sul campo oltre i pronostici, per bissare la stagione dello scorso anno: «Questo sarà un campionato particolare che apre un’era nuova nel sistema del calcio. Sarà il primo con le rose a 25 giocatori e le nuove riforme. Come finirà la Lazio in classifica? In rapporto ai risultati che otterrà sul campo». Insomma, Lotito si pone obiettivi a lungo termine in serie A, ma nel presente intanto c’è la Supercoppa italiana da giocarsi l’8 agosto a Shanghai: «Come si vince? Questo lo dovrete dire alla Juventus, perché è abitutata sempre a vincere. Noi faremo scendere la migliore formazione possibile».

IL TEMPO