Astori a un passo Pressing De Vrij

Davide Astori

Oggi o domani si chiude per Astori. Si deve limare la cifra finale per il Cagliari, potrebbe esserci anche una contropartita tecnica, ma l’affare si farà. Il difensore tanto richiesto da Pioli sta per compiere i 26 chilometri che separano il ritiro dei sardi a Sappada per raggiungere quello della Lazio ad Auronzo di Cadore. La giornata di ieri ha prodotto il disgelo definitivo tra i due club, quelle piccole incomprensioni che hanno ritardato l’inizio della trattativa. Solo strategie per ottenere dalla Lazio più soldi oppure altro? Difficile saperlo, ma il diesse Marroccu ha chiarito che ormai «c’è solo la Lazio». Il dirigente sardo è stato fin troppo esplicito: «Ho cominciato a fare qualche chiacchierata con Tare, è l’unica trattativa che stiamo portando avanti. Stamattina sono stato svegliato da una telefonata di Lotito. Lui è una persona di spirito e un grande presidente, tra l’altro sono stato autorizzato da Giulini a parlare con la Lazio e ora stiamo provando a vedere se possono coincidere le esigenze dei due club e del giocatore. Questa è la prima chiacchierata vera e ufficiale sul calciatore e non siamo ancora arrivati a parlare di numeri». In realtà si è parlato di soldi 4.5 più 1.5 di bonus l’offerta laziale con Lotito che ha provato a inserire Novaretti o Cana nell’affare.

Il Cagliari ha bisogno di un difensore per sostituire Astori ma alla fine se Zeman non si accontenterà di Filippini la trattativa si chiuderà solo per soldi. Possibili contropartite anche i centrocampisti Antic o Crecco e gli attaccanti Rozzi e Tounkara. La società sarda sta valutando, si può chiudere nelle prossime ore a meno che il tutto non venga rinviato a giovedì quando a Milano è in programma l’assemblea di Lega. La Lazio, però, ha fretta Tare e Marroccu sono vicini (entrambi stanno in ritiro), possibile un’accelerazione definitiva che possa chiudere la lunga telenovela.

Si spiega meglio anche il comunciato di Lotito che in mattinata aveva annunciato novità sul mercato: «Abbiamo dei colpi in canna e c’è tutta la volontà di centrare gli obiettivi». Non a caso il numero uno biancoceleste ha parlato di colpi perché, oltre ad Astori, si lavora per l’olandese De Vrij. Anche qui arrivano buone notizie, non tanto dal fronte olandese quanto da quello inglese. Il Manchester United ha offerto 35-40 milioni al Dortmund per Hummels, centrale che andrebbe ad occupare proprio il ruolo per cui era candidato anche De Vrij. La Lazio resta in pole position, deve alzare l’offerta di 5 milioni più bonus per un giocatore con la stessa situazione contrattuale di Astori: contratto in scadenza nel prossimo giugno.

Si lavora per centrare un doppio colpo che di fatto chiuderebbe il mercato in entrata in attesa di qualche cessione. Il candidato principale è Eddie Onazi (10 milioni la valutazione del club) mentre per Lulic e Candreva non sono arrivate per ora proposte interessanti. Entrambi dovrebbero restare alla Lazio anche se le vie del mercato sono sempre infinite.

IL TEMPO