ASS. MASINI: “Lavoro importante su periferie. Raggiunto accordo su caserma dei carabinieri che andrà ad insistere nel quadrante Roma est, Ponte di Nona, Corcolle e Villaggio Prenestino”.

IMG_0498.JPG

L’assessore alle Politiche delle periferie e dei lavori pubblici di Roma Capitale, Paolo Masini, intervenuto a Radio Radio, nel programma “Un giorno Speciale”, ha dichiarato: “Io credo che si stia facendo un lavoro importante sul tema delle periferie, non c’è una ricetta unica, ma ci sono una serie di interventi, che vanno dal decoro, con un percorso partecipato con i municipi, una serie di interventi che ridaranno decoro alla città, accanto a questo un tema che riguarda l’illuminazione con ACEA, stiamo affrontando il passaggio al LED, una novità per molti quartieri. Poi un approccio diverso e particolare che ci consentirà nel breve medio periodo di avere una piccola rivoluzione, abbiamo con l’assessorato al patrimonio, fatto un tavolo con le forze dell’ordine, perchè ci siamo resi conto che i dati ci dicono che c’è la presenza di un responsabile delle forze dell’ordine uno a 234 nel centro, mentre nelle periferie è uno su 2.500. Questa cosa non è sopportabile. Nel caso di Corcolle addirittura le caserme più vicine sono quella di Tor Bella Monaca e le altre due sono quelle di Frascati e San Vittorino. Seguendo il programma del sindaco Ignazio Marino, Insieme ai consorzi di autorecupero, che sono uno stimolo nato negli anni 90, stiamo rinnovando lo strumento dei consorzi di autorecupero mettendoli a disposizione di tutta la città e i fondi legati saranno per il bene comune della città e la prima opera sulla quale stiamo lavorando da mesi e sulla quale abbiamo già raggiunto un accordo è una caserma dei carabinieri che andrà ad insistere in quel quadrante Roma est, Ponte di Nona, Corcolle e Villaggio Prenestino. E’ un lavoro che stiamo facendo su tutta Roma con l’Assessorato patrimonio, alla trasformazione urbana, insieme alle forze dell’ordine, che ci consentiranno di avere dei veri presidi, accanto a questo c’e’ un lavoro importante sul tessuto sociale. Stiamo facendo un lavoro a 360 gradi che va dal decoro, al controllo del territorio insieme a un percorso di crescita della comunità locale”.
Sulle tensioni che si sono verificate nei giorni passati,e sulla gente che si sente insicura, dopo i fatti di cronaca, l’Ass. Masini dichiara: “Non nascondiamoci dietro un dito. Roma è una città dove è grandissimo il numero di immigrati che se ben gestiti possono essere un’opportunità, se mal gestiti possono essere altro.Chi ruba ruba indipendentemente che sia italiano o di altra nazionalità. Nelle periferie cerchiamo di fare un lavoro anche sul dialogo interreligioso, per tornare al fatto che non si realizzano solo caserme, tutto questo lavoro va fatto insieme a una conoscenza a una creazione di comunità: noi stiamo cercando di creare comunità”.

REDAZIONE RADIO RADIO

IMG_0498.JPG