Allerta terrorismo a Ginevra, diffusi identikit di 6 sospetti

LE MATIN

Ginevra – Sono sei gli individui ricercati per terrorismo dalla polizia svizzera nel cantone di Ginevra e di quattro di loro i media elvetici hanno diffuso una foto segnaletica. Ad allertare le autorita’ svizzere e’ stata la Cia che in una nota riservata li ha definiti seguaci dell’Isis “armati e pericolosi”, anche se e’ stato smentito un collegamento con gli attacchi a Parigi del 13 novembre. Nel documento si indicano inoltre la cita’ svizzera, la canadese Toronto e Chicago come obiettivi di una non meglio specificata “minaccia attuale”. Stando al quotidiano Le Matin, a scatenare l’allarme sarebbe stata un’auto con targa emessa in Belgio, Paese di origine di diversi tra gli autori degli attentati parigini, notata a un posto di blocco. A sua volta un altro giornale, ‘La Tribune de Geneve’, ha aggiunto che la vettura avrebbe lasciato la citta’, dove e’ stato innalzato il livello di allerta, e anche il Paese: la Francia, del resto, e’ a pochi chilometri e i valichi di confine spesso sono incustoditi. Confermato per domani l’incontro tra una delegazione degli Stati Uniti e una della Russia per discutere del conflitto in Siria: non si terra’ tuttavia al ‘Palais des Nations’, quartier generale delle Nazioni Unite in Europa, che nel frattempo e’ stato evacuato per ragioni precauzionali e i cui ingressi sono controllati a vista da guardie insolitamente munite di mitragliette. Rafforzata la sicurezza anche nel resto della ‘International Geneva’, l’esclusivo quartiere dove hanno sede tra gli altri l’Unhrc e l’Unhcr, le agenzie Onu per i Diritti Umani e i Rifugiati, e poi l’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanita’, la Wto, quella del Commercio, e il Comitato Internazionale della Croce Rossa. Avviate ispezioni e perquisizioni sui natanti nel lago Lemano, raccomandata la massima prudenza alla locale comunita’ ebraica. Rafforzata la sorveglianza anche all’aeroporto, di fatto un’enclave in territorio francese. La Procura ha frattanto annunciato l’apertura di un’inchiesta penale per imprecisati “atti delittuosi in preparazione”.

AGI