Alex Del Piero, quarantenne tra gli splendidi ’74

DEL_PIERO
TORINO – Senza dubbio una buona annata, il 1974. Alessandro Del Piero, che per altro si occupa anche di vini, converrà di sicuro. Ma siccome Alex è un grande appassionato (e intenditore) di musica e spettacolo, può ampliare il concetto al di là dell’aspetto prettamente enologico e godersi i suoi quarant’anni (che compirà domani) insieme a un gustosissimo elenco di personaggi che condividono con lui l’importante traguardo (al quale questa sera Sky dedica uno speciale di Federico Buffa alle 18 e alle 23.30).

PAPA’ ROBBIE – Splendidi quarantenni come Alex: hanno già raggiunto il successo e in qualche caso la gloria, ma continuano con la stessa energia e con la stessa voglia di quando di anni ne avevano la metà. Sì, doveva essere un anno buono il 1974, che per dirne uno compare sulla carta d’identità di Robbie Williams (amico di Alex) che per i suoi quarant’anni si è appena regalato… un figlio e sta vivendo un momento brillante della sua carriera: dopo aver resuscitato i Take That, è reduce dalla trionfale tournée mondiale di Swing both ways, con milioni di biglietti venduti.

AL PRIMO POSTO – Quarant’anni sfolgoranti anche per Penelope Cruz che festeggia con il primo posto nella classifica delle donne più sexy del mondo, stilata dall’importante rivista americana Esquire. Primo posto in classifica anche per Davide Di Leo, in arte Boosta, dei Subsonica, attualmente in tour e con il nuovo disco “Una nave in una foresta” in cima alla hit parade (e qualche preoccupazione per le sorti del suo Toro).

CANTANTI E MODELLE – Tornando al cinema, varca la soglie dei 40 in forma delpieresca anche Leonardo Di Caprio, altra classe 1974 così come l’attrice italiana Claudia Pandolfi, la showgirl Selvaggia Lucarelli e le cantanti Carman Consoli e Laura Pausini, la fotomodella Kate Moss. Tutti sulla cresta dell’onda dei quarant’anni che una volta erano il giro di boa della mezza età, adesso vengono varcati di corsa, inseguendo nuovi traguardi con la forza dell’esperienza.

ENERGIA – Correre, già, Del Piero non riesce a togliersi la voglia, così come quella di giocare al gioco più bello del mondo, anche se inizia a riflettere sul futuro, fra panchine e scrivanie. D’altra parte non ha mai lasciato solamente per il campo da calcio l’eclettismo e la creatività. Sta per iniziare una seconda vita con l’energia e vitalità con cui ha condotto la prima, iniziata in un anno che quanto a energia creativa non scherzava.

IN ROCK – Perché nel 1974 sono “nati” dischi e film che hanno segnato la storia. Un mesetto dopo Del Piero, per esempio, esce Hig Voltage, che dà inizio alla carriera degli AC/DC, pure loro come Alex, ancora in sella e pronti a un nuovo disco e un nuovo tour.Ma il 1974 salutava anche The Lamb Lies Down On Broadway, capolavoro dei Genesis; Sheer Heart Attack , album importante per i Queen; Crime of the Century dei Supertramp; Natty Dread di Bob Marley, che in quel disco include No woman no cry; e It’s only Rock n Roll dei Rolling Stones.

AL CINEMA – E anche al cinema c’era solo l’imbarazzo della scelta fra La stangata, American Graffiti, Sussurri e grida, L’esorcista, Profumo di donna, L’inferno di cristallo, Il portiere di notte, Il Grande Gatsby e C’eravamo tanto amati. Eh sì, grande annata il 1974.

TUTTOSPORT