Afghanistan: esplode camion bomba a Kabul, 8 morti e 195 feriti

Kabul

L’esplosione di un camion imbottito di esplosivo accanto ad un complesso dell’esercito in un quartiere orientale di Kabul nelle prime ore del mattino ha causato almeno 8 morti e 195 feriti. Tra le vittime e i feriti anche donne e bambini. La deflagrazione e’ avvenuta alle 1 del mattino locale (le 22,30 in Italia). Lo ha riferito il capo della polizia della capitale afghana, il generale Abdul Rahman Rahimi, anche se il portavoce del ministero della Salute, Wahidullah Mayar, ha indicato in 7 il numero delle vittime. Il bilancio, cocrodano fonti ospedaliere, e’ destinato ad aggravarsi.
L’attentato e’ avvenuto nell’affollato sobborgo di Shah Shaheed.
Malgrado i ripetuti attentati che hanno insanguinato la capitale afghana nel corso degli anni, si tratta di un’esplosione di inusuale potenza. Finora nessuno ha rivendicato l’attentato che avviene in un momento di passaggio alla guida di talebani, peraltro contestato dalle diverse fazioni degli ex studenti coranici, dopo la notizia della scorsa settimana della morte del Mullah Omar nel 2013 e della probabile uccisione del figlio ed erede designato Yacub. Quest’ultimo aveva osteggiato l’elezione del Mullah Akhtar Mansour a nuovo leader avvenuta a Quetta in Pakistan. La sola notizia della morte del Mullah Omar ha anche fatto saltare i negoziati di pace tra i talbenai ed il governo di Kabul, la cui seconda tornata era in programma venerdi’ scorso.
Le vittime civili in Afghanistan hanno raggiunto un record nella prima meta’ dell’anno: a sette mesi dalla fine della missione di combattimento delle truppe Nato, secondo un rapporto Onu sono stati uccisi 1.592 civili e 3.329 sono stati feriti. Nel Paese sono rimaste 13.000 soldati Nato ma solo per condurre attivita’ di addestramento delle deboli forze locali .

AGI